Il primo volume della edizione completa della corrispondenza di Gaspare Spontini è stato pubblicato.
Maggiori informazioni qui

Principi dell’edizione

Gli inizi del progetto spontiniano risalgono agli anni novanta. La redazione del primo volume si riallaccia dunque agli ampi lavori di ricerca di quegli anni. Le direttive sull’edizione di lettere di compositori, pubblicate nel 1997 per incarico della “Arbeitsgemeinschaft Musikerbriefe”, hanno rappresentato la bussola d’orientamento di questo lavoro. Sono state inoltre consultate recenti edizioni, dedicate a corrispondenze nei territori di lingua francese dell’era napoleonica.

Principio guida dell’edizione è la fedele riproduzione diplomatica dei testi, inclusi errori di ortografia e imprecisioni come anche le peculiarità dell’interpunzione. Gli interventi dell’editore sono ridotti al minimo indispensabile. Benché negli ultimi anni si sia affermata la tendenza al “parziale annullamento della divisione tra testo e apparato” (Zeller, 2002, p. 38) , per quanto concerne le edizioni di lettere, ci sarà nel volume una minima parte di apparato critico. Anche il commentario tematico sarà esiguo: il volume ha lo scopo di essere un mezzo di presentazione e classificazione delle fonti, non di interpretazione di esse. L’edizione verrà completata da un indice dei corrispondenti di Spontini e da un elenco delle persone, dei luoghi e delle opere menzionate nel corso della corrispondenza.

Traduzione dal tedesco: Alberto Terenzi